MyDrama ci presenta il nuovo singolo Le Luci

Il 19 febbraio è uscito il nuovo singolo di MYDRAMA Le luci, in collaborazione con Dani Faiv, promosso oggi dall’uscita del video ufficiale su YouTube.
Già l’ascolto del testo del singolo introduceva uno scenario abbastanza chiaro: si parla di Milano, di una Milano in time-lapse, rapida, frenetica, anche vertiginosa, un ambiente dove allo spegnersi delle luci tutto diventa possibile, i sogni e i desideri vengono a galla per realizzarsi.
Questo quadro è perfettamente reso dal videoclip diretto da Nikolaj Corradinov e Valeriaveba che vede la nostra protagonista a bordo di uno spericolato double-decker bus guidato da un inquietante autista (che per certi versi ricorda vagamente il “nottetempo” di Harry Potter) che percorre la metropoli milanese notturna fino ad arrivare in Piazza del Duomo.

Le luci è un brano dance dal ritmo incalzante, prodotto da Davide Simonetta, le cui radici superano la passata esperienza della cantante ad X-Factor. Durante il suo soggiorno nel talent MYDRAMA ha colpito nel profondo pubblico e giuria, in particolare Manuel Zappadu aka Hell Raton che la seguirà fino alla sua eliminazione, con la sua voce graffiante e definita “piena di cicatrici” nonostante la giovane età. La linea vocale in quest’ultimo singolo non fa eccezione, melodica e intervallata da brevi vibrati vincenti sul risultato finale.
Nota di merito anche alla potente strofa di Dani Faiv, ospite del brano, distinta da un flow che si adagia perfettamente sul ritmo dance/pop.

Abbiamo intervistato MYDRAMA per farle alcune domande sull’esperienza ad X-Factor, il suo ultimo singolo ed i suoi progetti futuri.

Venerdì è uscito il tuo terzo singolo inedito su Spotify, “Le luci”, in collaborazione con Dani Faiv. Si tratta della prima pubblicazione fuori dal contesto di X-Factor. Quanto tempo ci hai lavorato?
Venerdì scorso è uscito il mio nuovo brano “Le luci” feat. Dani Faiv. A dir la verità è un singolo sul quale ho lavorato prima che partecipassi a X Factor, una chicca che abbiamo scelto di utilizzare per il mio percorso futuro con l’aggiunta di Dani che ha reso tutto più magico. Ho avuto la possibilità di lavorare con professionisti del calibro di Simone Cremonini, che mi ha seguito a livello autorale, e Davide Simonetta, artefice della produzione. Il brano ha spiccate influenze internazionali, un sound fresco e diverso.

Il mood è diverso dai tuoi precedenti lavori. Gli altri due singoli erano prodotti rispettivamente da Young Miles e tha Supreme e presentavano un ritmo più vicino al mondo hip-hop, mentre “Le luci” è marcatamente più dance. Come mai questo cambio di direzione?
Non ci sono mai stati “cambi di direzione” durante il mio percorso e soprattutto nel mio repertorio. Penso che un’artista non debba essere riconosciuto esclusivamente per un solo genere, ho sempre sperimentato e dato spazio a qualsiasi cosa. “Le luci” è un brano più pop-dance rispetto ai precedenti, è vero. Diciamo che in base al mood e alle mie esperienze di vita varia il genere e anche il metodo di scrittura. Ho sempre amato fare cose diverse tra loro e ho sempre adorato la versatilità!

L’ambientazione che traspare dal testo è quella di una Milano frenetica, quasi una sorta di time-lapse che mostra il movimento della città. Come ha influito la realtà milanese sulla tua nascente carriera?
Milano è una città che negli ultimi anni mi ha rappresentata totalmente! Essendo cresciuta in un minuscolo paese di provincia, Milano per me ha sempre rappresentato quell’insieme di opportunità che dove vivevo sembravano precluse. Così mi sono rimboccata le maniche e ho reso questa grande città la mia casa. Grazie a Milano ho avuto la possibilità di entrare in contatto con l’ambiente musicale e non solo. É stata e sarà sempre una continua fonte di ispirazione!

In questo singolo mi sei sembrata onestamente più “vivace”, più dinamica. Cosa è cambiato dalla MYDRAMA di X-Factor a questa? È ancora troppo presto o è già cominciato un processo evolutivo da parte tua?
Assolutamente si! Ogni giorno ho sempre da imparare cose nuove e cerco di portare a casa tutto ciò che è utile. L’esperienza di X Factor mi ha rafforzato sotto tanti punti di vista, come quello musicale, quello verso il mondo del lavoro o quello alla vita. È stata un’esperienza indimenticabile, mi ha formata caratterialmente e mentalmente, e la mia determinazione è sempre più forte!

Come hai vissuto l’approccio alla musica dopo l’uscita dal talent? Ti aspettavi questo successo?
Ho avuto un momento di ‘pausa’ e di ‘riflessione’ dopo la partecipazione al talent. È stato tosto riprendersi e capire che gennaio purtroppo è un mese difficile per la musica. Essendo una persona iperattiva ho avuto difficoltà più per l’attesa che per il resto! Ho cercato di concentrare tutta la mia voglia di fare scrivendo nuovi pezzi, che sicuramente farò sentire e che saranno utili nel mio percorso. Il successo e i risultati devono ancora arrivare, sono solo agli inizi…ma sono sicura che con calma raggiungerò tutti i miei obiettivi!

Parlando di X-Factor, eri una delle tre concorrenti sotto l’ala di Hell Raton. Quanto ti ha influenzato l’esperienza con Manuel?
Manuel è stato un forte punto di riferimento perché ci ha accolto nel suo team a braccia aperte. Ho sempre apprezzato chi da zero è riuscito ad arrivare a un qualcosa di concreto. Anche per questo, probabilmente, ci ha messo a disposizione la sua ‘famiglia’ formata da professionisti di altissimo livello. Ci siamo divertiti veramente tanto e abbiamo fatto un ottimo lavoro! D’altronde le “Under donne” erano le concorrenti più temute. Lo spirito di squadra ci ha portato fino alla quinta puntata di X Factor, e questa è stata la dimostrazione del legame che si è creato e del grande lavoro svolto tutti insieme.

Proprio la tua collaborazione passata con Hell Raton ha reso plausibile futuri lavori con Machete, come è stato confermato dal featuring con Dani Faiv. Si può dire che questo è il primo di tanti?
Sapere che degli artisti già affermati siano riusciti ad apprezzare il mio lavoro e ne abbiano riconosciuto la credibilità mi ha resa veramente felice! Questo è successo sia grazie al programma che al team di Manuelito! Speriamo che tutto ciò possa continuare, perché ho sempre ritenuto interessante collaborare con miei coetanei e condividere con loro idee e creatività.

Ad esempio mi viene in mente il tuo mash-up di due brani di Mara Sattei e tha Supreme, come anche il già citato singolo prodotto da quest’ultimo. Ci saranno altre collaborazioni con il producer milanese? Si può dire?
Spero che ci siano altre collaborazioni con tha Supreme e sua sorella Mara Sattei! Mi sono trovata molto bene con loro perché hanno una creatività davvero spiccata, diversa e particolare, devo dire molto in linea con la mia. Siamo rimasti in contatto e spero che le nostre strade si incontreranno ancora. Sarebbe un’enorme soddisfazione dato che li ho sempre stimati e mi sono stati di grande aiuto! Anche loro hanno creduto in me.

“Le luci” rappresenta un nuovo inizio? Anticipa un progetto più grande su questa nuova wave dance o è solo una parentesi?
“Le luci” anticipa completamente il progetto che sto costruendo con il mio team! È un nuovo inizio dopo la partecipazione al talent di X Factor e spero sia ricco di opportunità e pieno di emozioni!
L’idea di progetto è improntata verso la realizzazione di un album, ho moltissimi brani in gestazione che spaziano su diversi generi…Sarà tutto da scoprire!

Vuoi dire qualcosa ai tuoi ascoltatori?
Amo follemente i miei ascoltatori: preparatevi a tanta nuova musica e tante novità! Grazie infinite per tutto il supporto!