Connect with us

Interviste

Rizzo, pop energico per spaccare il cell

Published

on

Dal 9 luglio è disponibile per l’ascolto l’ultimo singolo di Rizzo, Spaccherei. La giovane cantante è una new entry nella palestra di talenti Hateful, gestita dal rapper Emis Killa e dal manager Zanna. È proprio dal suo ingresso in Hateful che nasce il sodalizio con Killa, con cui collabora nel singolo Mai più firmato Not Good. A pochi mesi dall’uscita del pezzo Rizzo emerge con Spaccherei, una bomba pop dalle sonorità anni 80 tra synth vintage e chitarre elettriche. Il beat è prodotto dal duo The Caesars con cui Rizzo collabora dal 2019 e con cui continuerà a collaborare in futuro.

Rizzo, con il suo timbro particolare e le sue spiccate doti canore, riesce a fabbricare con i producers una hit addictive, adatta a tutto dalla radio al palco. Nonostante la giovane età è già lanciatissima nel mondo discografico dello stivale e con le sue capacità sembra essere pronta a spiccare il volo. Ascolto consigliatissimo!

Venerdì 9 luglio è uscito il tuo nuovo singolo Spaccherei. Cosa ci racconta questo brano? Parla di una storia vissuta in prima persona?

Sì, Spaccherei racconta una storia vissuta in prima persona, come ogni canzone che scrivo, preferisco parlare di ciò che davvero vivo piuttosto che raccontare situazioni che non mi appartengono. Spaccherei racconta uno sfogo di rabbia nei confronti di una persona che tende a fare molti errori nel corso della relazione, e di quanto questo faccia scaturire rabbia e delusione in me, tanto da farmi arrivare a spaccargli il cellulare…
P.S. Questo però non l’ho fatto davvero!

Il beat è avvolgente, pop ed esplosivo. Una produzione perfetta per ospitare il tuo testo. Ci hai lavorato tu o hai collaborato con qualcuno?

Sul beat di Spaccherei, come sulle altre mie produzioni, hanno lavorato i The Ceasars, due produttori originari di Pescara, che ho avuto il piacere e la fortuna di conoscere nel 2019. Oggi siamo diventati una cosa sola.

Recentemente hai partecipato al singolo Mai più del rapper Not Good insieme ad Emis Killa, fondatore della fucina di talenti Hateful di cui anche tu fai parte. Come è stato collaborare con Killa? Come è nato questo sodalizio?

Lavorare con Emis è stato un bel traguardo, per essere la mia prima collaborazione non potevo essere più contenta. Il sodalizio è nato perché Not Good ed Emis Killa avevano questo brano insieme, Mai più appunto, a cui mancava il ritornello. Io ero entrata da poco in Hateful e quando mi hanno chiesto di collaborare, ovviamente, non potevo essere più felice.

I tuoi primi brani sono stati realizzati in collaborazione con i produttori The Caesars. Tornerai a lavorare con loro in futuro?

Come ho già detto prima, ho lavorato sin dall’inizio con i The Ceasars e spero che lavoreremo insieme il più tempo possibile, fin quando la musica nascerà in modo spontaneo e ci farà stare bene, così come ha fatto fino ad ora. Se un giorno non dovessimo più trovarci musicalmente parlando, resteranno comunque parte integrante del mio essere e della mia musica. Devo tanto a loro, soprattutto a Marco.

Sei molto giovane e stai entrando nel mondo discografico. C’è qualche collaborazione in arrivo o che ti piacerebbe fare con qualche tuo collega?

Ci sono tantissimi artisti che stimo e con cui mi piacerebbe collaborare, ma non amo fare nomi, preferisco che le cose nascano in maniera spontanea.

Stai già lavorando a qualche nuovo progetto in arrivo sempre nel 2021?

Certo! Sto lavorando a tantissimi progetti, piano piano scoprirete tutto!

Vuoi dire qualcosa ai tuoi ascoltatori?

Vorrei semplicemente ringraziarli. Spero che possano, ma soprattutto vogliano, accompagnarmi anche nei prossimi progetti. In fondo un artista non sarebbe nulla senza i propri ascoltatori.

LINK UFFICIALI

Instagram: https://www.instagram.com/zzoridi/

Spotify: https://tinyurl.com/4ndczre

DISCHI