Music Attitude

Dave Grohl si confessa a Rolling Stone USA e si commuove ricordando Chris Cornell

dave-grohl-intervista-chris-cornell

“Concrete and Gold”, il nuovo album dei Foo Fighters, verrà pubblicato in tutto il mondo il prossimo 15 settembre. Mentre l’attesa si fa spasmodica (e i due singoli “Run” e “The Sky Is a Neighborhood” non fanno altro che alimentare le aspettative), i Nostri hanno rilasciato una lunghissima intervista a Rolling Stone USA, in cui non solo discutono della nona fatica in studio, ma si abbandonano anche al ricordo di un amico scomparso. E a molti altri pensieri sparsi.

Sappiamo tutti che i Foo Fighters sono una delle realtà rock più solide in circolazione, ma i giovanissimi, in primis i figli stessi dei membri della band, che ascoltano per lo più hip hop e simili, li vedono come dei dinosauri. Pensiero giustificato dallo stesso Grohl e da Taylor Hawkins, che concordano sul fatto che “a 17 anni non avremmo mai ascoltato una band di 50enni” e che “a 26 anni non avremmo mai pensato di continuare a suonare anche quando avremmo avuto i capelli grigi”.

Il frontman inoltre ammette che la formula alla base del successo dei Foos è molto semplice. Se si chiudono tutti e quattro in una stanza, la band inizia a suonare, punto. La vera sfida sta nel vedere come si evolve, rimanendo sempre fedeli a quello spirito che continua a legarli a doppio filo ai fan di tutto il mondo.  E Hawkins prosegue: “siamo come la Coca Cola o la IBM, produciamo qualcosa su cui le persone possono contare: grandi ritornelli, chitarre, e anche un po’ di grida”. Dopo 25 anni di carriera, la formazione è più solida che mai, e lo è sempre stata fin dall’inizio, seppur burrascoso.

“Concrete and Gold” è stato registrato agli EastWest Studios di Hollywood, un luogo, come si può immaginare, molto battuto dalle celeb. È stato così che, un giorno, è avvenuto il fatidico incontro con Justin Timberlake, il tanto chiacchierato ospite pop del disco. Al cantante è piaciuto immediatamente ciò che i Foo Fighters stavano registrando, e così, tra un complimento e una birra, è nata l’amicizia con Dave Grohl: “la notte prima dell’ultimo giorno di registrazioni Justin mi ha chiesto ‘posso cantare in un vostro pezzo? Non voglio insistere, ma non vedo l’ora di andare a raccontarlo ai miei amici’”. Il resto è storia.

Parlando di ospiti, in “Concrete and Gold” appare anche Sir Paul McCartney, amico di lunga data di Grohl, che ha accettato la proposta di suonare la batteria in un pezzo dei Nostri. “McCartney è una grande ispirazione, perché continua a suonare per lo stesso motivo per cui anche noi abbiamo iniziato tanto tempo fa: per il semplice gusto di farlo”.

Oltre al nuovo disco in uscita, i Foo Fighters hanno anche in programma l’organizzazione del festival Cal Jam a ottobre, un  progetto ambizioso che vede riuniti, tra gli altri, molti musicisti vicini alla band, come Queens of the Stone Age, Liam Gallagher e Cage the Elephant. Ma Grohl avrebbe voluto che alla kermesse partecipasse anche un altro gruppo, i Soundgarden. Che in origine avevano accettato. Ed è qui che Dave si lascia andare al ricordo di Chris Cornell: “Lo adoravo. Era davvero dolce e pieno di vita. Aveva tanto da dare”. Inutile dire che la commozione del leader dei Foos lo porta anche a ricordare un altro musicista e compagno di band che si è tolto la vita. “Tutte le volte che succede qualcosa di simile, devi sempre fare i conti con gli stessi sentimenti. È scioccante e non riesci a capirlo fino in fondo. Credi che bastino l’amore per la musica e condividerlo con gli altri, ma so che è molto più complicato di così”. E continua, osservando la moglie e la figlia da lontano: “alla fine penso che la cosa più importante sia tornare a casa sano e salvo. Bisogna continuare ad andare avanti”.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.