Music Attitude

Folco Orselli presenta il nuovo disco “Blues in Mi – Vol. 1”

folco-orselli-presenta-nuovo-disco-blues-mi-vol-1

È uscito martedì 27 novembre 2018 “Blues in Mi – Vol. 1”, il nuovo disco di Folco Orselli, presentato in serata nel luogo che meglio di tutti si poteva prestare ad un’operazione così intimamente legata alla città meneghina, lo Spirit de Milan. Il concerto, con un intermezzo chiacchierato in compagnia di Ezio Guaitamacchi, verrà trasmesso lunedì 3 dicembre, dalle 23.00, su LifeGate Radio, nell’ambito della trasmissione “Rock Files Live!”.

Ma veniamo al disco, con cui Folco Orselli è tornato al suo pubblico, dopo un periodo di stallo creativo: “Avevo i cassetti pieni di canzoni scritte negli ultimi dieci anni, ma vivevo con la paura di non sapere più scrivere qualcosa che mi piacesse“, ha confessato ieri. “Alla fine quella paura l’ho combattuta affrontandomi, un’estate di tre anni fa, guardandomi allo specchio e chiedendomi se era veramente finita qua“.

Evidentemente no, perché questo “Blues in Mi – Vol. 1”, con le dodici canzoni che lo compongono, non solo ci restituisce, a tre anni dall’ultimo “Outside is My Side”, quello che forse è l’ultimo erede della tradizione cantautorale milanese da Jannacci in giù, ma è stato la scintilla di un progetto più ampio e articolato sulle periferie milanesi, ancora un a volta fonte di grande ispirazione per il cantautore di Centrale.

Ho riunito i musicisti con cui suono da sempre e abbiamo registrato questi pezzi, che sono un compromesso tra la forma canzone e il blues e che andranno a finire in due dischi: questo e “Blues in Mi – Vol. 2”, che presenteremo a novembre 2019”, racconta Folco, accompagnato sul palco e in studio da Enzo Messina (piano, wurlitzer, hammond, chitarra wha e slide, programmazioni e percussioni), Leif Searcy (batteria), Paolo Legramandi (basso elettrico e acustico), Daniele Moretto (tromba), Pepe Ragonese (tromba), Valentino Finoli (sax), Luciano Macchia (trombone) e Francesca Risoli (cori).

Ma c’è di più, perché tra il primo e il secondo volume, l’idea di Orselli e del suo team si è allargata fino a dare corpo al progetto “Blues in Mi: periferia identità di Milano”, che creerà un dialogo biunivoco tra canzoni e video, video e canzoni, con al centro, quello che centro non è, ossia le periferie milanesi.

Trattasi di una serie di docufilm, diretti da Il Terzo Segreto di Satira e ideati da me e dal mio staff creativo, che gireremo lungo il 2019 e che racconteranno, attraverso le mie canzoni, il lato più blues di Milano, i suoi quartieri, la sua gente e l’esperimento continuo di integrazione tra culture, vera sfida sociale dei prossimi anni”, spiega l’artista.

Un’occasione imperdibile anche per portare la sua musica live nei quartieri periferici di Milano con la partnership del Comune, l’idea potrebbe trovare una prima attuazione nel concerto che, a quanto anticipato da Folco, dovrebbe avere luogo l’estate prossima in via Padova, con la chiusura di una parte di via per lasciare spazio al palco e al blues di Folco Orselli e della sua città.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.