Indie Tune: il trionfo di Massimiliano Larocca

indie-tune-trionfo-massimiliano-larocca

indie-tune-trionfo-massimiliano-larocca

Pagine e pagine di carta stampata, blog, magazine on line e un fitto riscontro di pubblico. E se pensiamo che tutto questo è dedicato ad un disco di musica d’autore italiana ci torna la speranza di credere che qualcosa stia davvero cambiando. Se poi pensiamo che il nome non è di quelli consacrati dalla grandissima discografia delle televisioni, allora la speranza diventa forza concreta. La scena, piccola e grande che sia, in questi giorni è presa in prestito da Massimiliano Larocca, cantautore Toscano, nome che nel circuito del Tenco non è certo sconosciuto come non lo è tra i cultori del fare un certo tipo di musica d’autore.

Tra i suoi ultimi successi possiamo raccontare del super gruppo Barnetti Bros assieme a Massimo Bubola, Andrea Parodi (omonimo del celebre cantante dei Tazenda) e Jono Manson che diedero vita a “Chupadero”, un disco che ha di gran lunga oltrepassato i confini nazionali.
Ma anche teatro, musica e parole, poesia e, come cantautore in prima linea, oggi raccoglie il plauso unanime della critica e del pubblico presentandoci “Qualcuno Stanotte”, anticipato anche da me qui su Outune.

L’America questa volta non è la sola protagonista a far da capolino tra le righe di Larocca. E chi lo segue da tempo sa come sia un carattere imprescindibile e assolutamente personale. L’America questa volta si trasferisce in Italia e lo fa tra le strade dei suoi quartieri e della sua gente, dei suoi amori e di quel vivere nostrano di una gioventù che cerca di equilibrio tra disagio e pallide prospettive.
Produzione artistica degna di nota: risponde al nome dei Sacri Cuori capitanati da Antonio Gramentieri con cui duetta anche nella preziosa “Invisibili”. Un sound fumoso come scritto da più parti, liquido e ricco di ferrosità, ma anche estremamente vero, per nulla plastificato ma quantomai essenziale, forza su cui puntare oggi in un mondo sempre più di apparizioni costruite a tavolino. Un disco che arriva alle orecchie e fa la sua tana tra le emozioni di tutti.

Pubblicato da Brutture Moderne e distribuito da Audioglobe, “Qualcuno Stanotte” si candida a bussare al gran tempio del Club Tenco. La speranza e l’augurio che il calore e i numerosi riscontri trovino la loro chiave di volta, ancora una volta dedicata a tutta quella musica minore ma che poi tanto minore non è. Fosse solo per il vissuto di anni da cui prende la formula magica dell’equilibrio perenne.

Grazie a Marco Pinti


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.