Lo Stato Sociale, annunciati nuovo singolo e cinque date estive in Italia

lo-stato-sociale-nuovo-singolo-2018

Dopo il successo sanremese di “Una vita in vacanza” e la partecipazione al Concertone del 1° maggio a Roma, Lo Stato Sociale torna con un nuovo singolo. Si intitola “Facile”, uscirà il 25 maggio e anticipa la serie di cinque date, con cui quest’estate il collettivo bolognese tornerà ad abbracciare il suo pubblico.

Già incluso in “Primati” e contenente il featuring con Luca Carboni, “Facile” andrà in radio in una nuova versione, “più congrua e coerente a quello che faremo nei live, visto che Luca non sarà con noi”. Un brano dalla scrittura cantautorale e dal suono anni ’90, e che, firmato da tutti i componenti del collettivo, parla dello stare bene con una persona, del prendere il meglio da chi ci sta accanto e dell’essere così liberi in una relazione, da potersi sentire fragili senza paura.

Inno alla vita leggera, ma non superficiale o priva di significati, “Facile” rimette in moto gli ingranaggi del carrozzone dopo un 2017 difficile, culminato comunque con un secondo posto a Sanremo. Un ingresso a gamba tesa nel mainstream, che i ragazzi sono stati capaci di gestire con savoir faire, come hanno sottolineato oggi in conferenza stampa a Milano: “Ci eravamo rotti sufficientemente le scatole anche noi di essere dappertutto, in più c’erano anche un po’ di impegni personali e professionali che hanno aiutati a far sgonfiare questa mega attenzione che ci aveva un po’ travolti”, spiega Bebo.

Assorbire il colpo dopo Sanremo è stato più facile del previsto”, continua. “In realtà noi l’abbiamo anticipata la crisi, perché abbiamo vissuto un 2017 più complicato di quello che abbiamo raccontato a livello personale, interno e intimo. Siamo stati scaltri nel gestirlo e abbiamo scoperto che riorganizzando non solo quelle che sono le dinamiche professionali, ma anche la nostra amicizia e relazione al lavoro, riusciamo a essere più solidi e compatti, quindi è molto più semplice comprendere il momento di depressione e scazzo di uno a turno.

“Siamo cinque pensanti e parlanti, anche troppo, e la forza della banda è si stare assieme, ma anche riuscire a comprendere le esigenze di singoli. L’abbiamo vissuto sulla nostra pelle l’anno scorso e quella che è stata la centrifuga sanremese non ha fatto altro che mettere alla prova un sistema che noi avevamo già collaudato e si rivelato il più efficace per noi”.

Uscito indenne dalla tempesta Lo Stato Sociale è pronto a tornare anche dal vivo con cinque show spettacolari in tutta Italia. “Saranno più di due ore di suonato, ci sarà un sacco di roba da cantare e un sacco di roba da vedere. Torneremo a interagire in maniera molto forte col pubblico. Sarà un vero parco giochi, perché l’edonismo sfrenato è un modo bellissimo per metterlo nel culo al potere”.

In scaletta, tutti grandi classici della produzione del collettivo, più i nuovi inediti di “Primati” e la nuova versione di “Facile”. Chissà, forse ci sarà spazio anche per qualcosa di nuovo, visto che i ragazzi continuano a scrivere e, sebbene non abbiano un programma predefinito, facilmente potremo aspettarci un’uscita discografica nel 2019.

E per quanto riguarda la partecipazione di Lodo alla giuria di X Factor? A quanto dicono, sarebbe tutto da smentire. “Siamo cinque persone con cinque teste diverse”, spiega Lodo. “Sull’argomento talent ci sono almeno una decina di interviste, in cui ho detto la mia opinione, ma nel caso specifico in quell’intervista (uscita su Il Fatto Quotidiano, ndr), la dichiarazione era di Bebo, quindi detto ciò non si tratta di un problema di coerenza, anche perché è difficile essere coerenti con una dichiarazione che non è mia. Dispiace, però, che quando si riporta qualcosa a nome Lo Stato Sociale si riconduca subito a uno solo, perché è una cosa che non racconta e non fa giustizia al fatto che siamo un collettivo”.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.