Music Attitude

Lucca Summer Festival, l’aftermovie ufficiale dell’edizione 2016

lucca-summer-festival-2016-programma-concerti

lucca-summer-festival-2016-programma-concerti

Il Lucca Summer Festival 2016 ha presentato l’official aftermovie dell’edizione appena conclusa. Nel filmato sono incluse immagini dei concerti live, interviste agli artisti e agli organizzatori della manifestazione. Il prossimo anno l’evento festeggerà vent’anni di attività. Di seguito il comunicato stampa rilasciato dal promoter.

Al crepuscolo Piazza Napoleone si riempie, chi resta in piedi, chi siede al suo posto, chi si ferma in bilico su una panchina. Le luci si accendono e siamo immersi nel Lucca Summer Festival e tutte le sue leggende. La voce di Van Morrison è tutto quello che serve per una notte magica e Tom Jones è capace di scatenare un pandemonio con una vibrante interpretazione di “Sex Bomb” e “Kiss”. Jan Luc Godard diceva che per fare un film bastano una donna e una pistola, per un concerto indimenticabile servono Beth Hart e Marcus Miller. Un’icona Blues più che una diva, con i suoi tatuaggi e la voglia di raccontarsi e un gigante del basso che evoca l’estasi. Gli Earth Wind & Fire invece sostengono con vigore la tesi per cui si può viaggiare indietro nel tempo e fanno l’incantesimo, la folla precipita negli anni ’70 mentre Lionel Richie con un bicchiere di vino rosé in mano si prepara a consegnarci “We Are The World” e “All Night Long” per un ultimo ballo sotto la pioggia. Senza una pausa per riprendere fiato è Esperanza Spalding a fare una performance di art-rock con i suoi occhiali ricercati e la corona in testa. Anche Neil Young non rinuncia a un inizio teatrale eseguendo After the Gold Rush su un piccolo organo da chiesa, per poi lasciare entrare i Promise of The Real. È lì che parafando i fratelli Nelson le chitarre sembrano spade laser e Neil con il Fedora nero sulla testa assomiglia ad un contemporaneo maestro Jedi. È la naturale dolcezza di Hucknall a rendere perfetti i Simply Red e la grinta di Anastacia a indurre il pubblico a restare in piedi per ore. Migliaia di palloncini colorati invece hanno introdotto Marco Mengoni che ha commosso con la cover di Freedom e mentre tutto scorre è l’energia dei Negramaro e del suo frontman a lasciare il pubblico con il fiato sospeso come se l’intera performance fosse una scena d’azione meravigliosamente eseguita. Poi il rap di Fabri Fibra, Clementino, Guè Pequeno e Marracash che girano sul palco come fosse un girotondo, divertenti, arrabbiati e infine ispirati. È un Festival Infinito il Lucca Summer con i suoi innumerevoli musicisti che rendono grandiosa ogni notte e si susseguono interrottamente con prestazioni memorabili.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.