X Factor Italia 2014, formate le squadre nella puntata del Bootcamp

x-factor-italia-2014-squadre-puntata-bootcamp

x-factor-italia-2014-squadre-puntata-bootcamp

Siamo arrivati alla quarta puntata di X Factor Italia 2014, il Bootcamp più spietati che mai e il pubblico inizia già ad essere protagonista. Al Mediolanum Forum di Milano ci sono oltre 3.000 persone a far sentire la loro voce e provare ad influenzare i giudici.

Il primo step è la scelta delle categorie, a Fedez capitano gli “Under Uomini”, Morgan finalmente avrà i “Gruppi Vocali”, per Victoria ci sono le “Under Donne” mentre a Mika spetteranno gli “Over”. Si può incominciare, pronti via, senza Morgan.
Arrivano gli Over e Mika non sembra affatto in vena di dolcezze. Passano pezzi di Battisti e dei Radiohead e ti viene da pensare: perché lo fai, disperato ragazzo mio?! Ma sembro l’unico ad accorgersene, i giudici sono entusiasti. Mi chiedo anche: ma vi rendete conto di che gente avete fatto arrivare fino a qui?! Non importa.
Perdiamo Federico, ma grazie a Dio abbiamo Emma Morton. Lo ripeterò fino alla fine del tempo, amo Emma Morton, Emma Morton è bravissima, Emma Morton deve vincere l’ottava edizione di X Factor. Emma Morton ha anche messo tra i preferiti uno dei miei tweet. Che cosa twee.


Il tempo di dire a Yasaku che in effetti “non è molto il caso” e si passa alla squadra di Victoria. La categoria Under Donne procede a singhiozzi. Victoria si dimostra ancora una volta il giudice più attento, nonostante la sua naturale predisposizione a lasciarsi andare anche durante le esibizioni.
Morgan ci fa la grazia e raggiunge gli altri giudici, più carico che mai. Inizia a battagliare con Mika accusandolo di fare troppa strategia. È caldo, sente già la tensione della gara, e ha un palmares a cui rendere conto in effetti. Insomma, la faccio breve, dato che a me i gruppi vocali fanno schifo e soprattutto mi fa incazzare che nessuno porti mai i Neri Per Caso. Il succo è che Cecco e Cipo alla fine se ne tornano a casa e tutti noi ci chiediamo il perché!


Tocca a Fedez, e che fatica ‘sto Bootcamp. Dentro fuori, fuori dentro. Il rapper dal cuore d’oro non regge pressioni del genere, è tutto un “mi dispiace”, un commuoversi e un “sticazzi”. Però apriamo una grossa parentesi prima di concludere: ok Fedez, ok che il rap in Italia al momento vende, però ecco, mi pare si stia un po’ esagerando a portar dentro rapper ogni due per tre, dico io eh.
A me Shago anche se un po’ costruito piaceva, ma se ne torna a casa. Mi piaceva anche Fabio perché mi ricordava Thomas Mars ma anche per lui nulla da fare. Grazie a Dio abbiamo Lorenzo, altro papabilissimo per arrivare in finale. E questo è quanto.
Dalla settimana prossima si passa alle Home Visit e forza Emma Morton.


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.