Underground Railroad Moving The Mountain

underground railroad moving the mountain

Gli Underground Railroad si presentano per l’etichetta ALKA, piuttosto e felicemente attiva nell’ambito della promozione di nuove band nostrane. I ragazzi, in formazione tipicamente rock, ovvero basso, chitarra, batteria e voce, entrano nel mondo del music business con questo “Moving The Mountain”, un disco che si muove all’interno di coordinate massicciamente stoner e hard rock, che ricorda, già dal primo ascolto, un po’ i Queens Of The Stone Age e i Down, con evidenti echi di rock anni ’70 (non so se è un’impressione soltanto mia, ma io ci ho sentito i Led Zeppelin). Il singolo “Black Rain”, che si trova in testa al lotto dei brani, è un manifesto della loro musica ed è stato giustamente scelto come biglietto da visita. Linee vocali graffianti e dirette che richiamano alla memoria i già citati Zeppelin, riff di chitarra groovy, intelligenti e ben costruiti, batteria precisa con colpi ben assestati: questi sono gli Underground Railroad. L’attitudine della band è un pasticcio, quindi, di varie influenze, amalgamate in maniera intelligente ed equilibrata.

Il rock più diretto e viscerale è espresso al meglio nei brani “Same Old Place”, “Chain Gang”, “Drown”; l’anima blues, sporca ma intima e introspettiva, regna in “Rainstorm” (bella ballad, bravi) e “Riverside”; le aperture più stoner e le divagazioni che si spingono sino al limite del rock psichedelico di brani come “Enlightenment” o “A New Machine” arricchiscono la proposta musicale e la rendono ancora più appetibile. Su tutti i brani aleggia l’anima più bluesy di Richie Kotzen, un punto a favore della band, per quanto mi riguarda. Il rischio che corrono le band che si richiamano allo stoner e all’hard rock è quello di proporre dischi senza personalità; fortunatamente i ragazzi sono riusciti pienamente a scongiurare questo pericolo e ci hanno proposto un lavoro personale, sentito, ben suonato e abbastanza variegato, che si lascia ascoltare piacevolmente senza sbuffare troppo.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.