Music Attitude

Between The Buried And Me – Automata I

between-the-buried-and-me-automata-i

Raramente ho atteso tanto negli ultimi anni una release come Automata I dei Between The Buried And Me. Ottavo disco in studio per la band americana, l’album di Thomas Giles e soci è l’ennesima cosa meravigliosa partorita dal gruppo più importante in ambito progressive metal (o progcore se preferite) almeno degli ultimi undici anni.

Se il precedente Coma Ecliptic aveva permesso al gruppo di debuttare in posizione 12 nella chart che conta su Billboard, allargando il seguito grazie a quello che rimane un kolossal di metal moderno (che chiunque dovrebbe ascoltare, tanto quanto i precedenti Parallax II, Great Misdirect e Colors, ovviamente) che riassumeva 40 anni di rock in ogni sua forma classica ed estrema, a questo giro i BTBAM son tornati ad attaccare a testa bassa. L’opener (uno dei loro pezzi migliori di sempre) ci presenta l’album dell’anno in ambito prog metal che traccerà nuovamente la via per un numero infinito di band follower.

Certo, la relativa durata e la seconda parte in uscita (speriamo) a giugno, non aiutano a inquadrare del tutto l’esagerato concept che sta dietro al platter. Qualcosa che ha molto a che fare con sogni privati resi pubblici per favorire l’intrattenimento delle masse e i fatturati, la follia, la ricerca degli affetti, serie tv e via dicendo. Per capire meglio quanto appena esposto vi rimando al booklet e alle narrazioni di Thomas in mille interviste già uscite sui siti di paesi in cui la musica pesante funziona molto meglio che in Italia. Ma credetemi, c’è da godere anche questa volta dal punto di vista delle lyrics.

In conclusione ha poco senso dilungarsi troppo quando si parla dell’ennesimo meraviglioso prodotto di una delle band metal contemporanee più importanti in assoluto. Un altro centro, un’altra dimostrazione di superiorità assoluta e di classe inarrivabile. Qualità al potere.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.