Music Attitude

Cradle of Filth – Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay

cradle-of-filth-cryptoriana-the-seductiveness-of-decay-recensione

Una decadente Venere botticelliana spogliata dalle tinte rinascimentali e paludata da gotici aloni di corruzione e decadenza. Così si presenta la copertina del nuovo lavoro dei Cradle of Filth,“Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay”, rilasciato da Nuclear Blast. Le tinte fosche tipiche della band britannica si spandono come di consueto nel sound aggressivo e oscuro offerto da questo nuovo full-length, che potrà regalare ai fan piacevoli reminiscenze dei grandi successi passati.

“Cryptoriana – The Seductiveness Of Decay” è figlio di una commistione stilistica che ne rende difficile la collocazione in un genere definito, il che comunque non ne inficia l’impatto complessivo. I fanatici delle etichette rimarranno a scervellarsi nel vano tentativo di collocare quest’opera in un singolo scaffale della libreria musicale. Contaminazioni thrash, heavy, gothic, generano un lavoro molto articolato e che necessita di più ascolti per essere inquadrato. Le ambientazioni virano repentinamente, accelerando in riff e assoli death e black, solo per dilatarsi in lenti passaggi goth, ripiombando nuovamente in ritmi più frenetici e vertiginosi.

Di grande caratura è la sezione ritmica, che martella senza requie durante tutto lo svolgimento dell’album, affiancata da chitarre ruggenti, artefici di assoli impressionanti, veloci e puliti, di un’incisività devastante. La componente orchestrale, coadiuvata da cori e tastiere, offre una cornice appena accennata durante la maggior parte dell’esecuzione: exploit coristici compaiono improvvisamente, occupando l’intera scena, rendendola di colpo solenne e funerea. Tale squilibrio, tuttavia, è talmente netto da togliere paradossalmente un po’ di armonia all’insieme.

I continui viraggi di sound strattonano l’ascoltatore, al quale non viene concesso mai un attimo di pace, com’è giusto che sia; influenze di chiaro stampo maideniano si possono ascoltare negli improvvisi riff che costellano “The Seductiveness Of Decay”. Particolarmente coinvolgente è “You Will Know The Lion By His Claw”, roboante uragano di oltre sette minuti, durante i quali ogni elemento si esprime al meglio.

La voce di Dani Filth, seppur ben dosata e sapientemente espressa nelle tonalità basse e nei passaggi rochi, soffre di scarsa elasticità negli acuti in scream, purtroppo penalizzando la resa complessiva di alcuni passaggi, in cui si è obiettivamente preteso troppo: la voce non è più quella di un tempo, e gli sforzi profusi non sortiscono sempre effetti particolarmente esaltanti.

“Cryptoriana – The Seductiveness of Decay” mostra una composizione musicale complessa, il cui ascolto richiede una notevole attenzione affinché essa sia compresa pienamente. I brani sono molto lunghi, caratterizzati da una struttura articolata, e contaminata da stilemi molto eterogenei. Tecnicamente gli elementi strumentali sono artefici di performance dalla massiccia caratura, mostrando impressionante intesa anche nei passaggi più frenetici e difficili. Assoli, riff di grande livello e ritmi pieni offrono un suono completo, che colpisce l’ascoltatore con violenza, al contempo cingendolo voluttuosamente con un alone lussurioso e a tratti malinconico. Un bell’album che, a dispetto di un paio di nei, riesce a prendere attraverso ripetuti ascolti, attenti, attraverso i quali fuoriescono tutte le qualità creative ed esecutive del roster britannico.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.