[Crossover/Hardcore] Every Time I Die – The Big Dirty (2007)


No son of mine – Pigs is pigs – Leatherneck – We’rewolf – Rebel without applause – Cities and years – Rendez-voodoo – A gentleman’s sport – INRihab – Depressionista – Buffalo gals – Imitation is the sincerest form of battery

http://www.everytimeidie.com/
http://www.ferretstyle.com/

Dei pazzi furiosi. La band che con “Gutter Phenomenon” ha cominciato a piazzare le fondamenta per il successo, salta in aria letteralmente con questo “The Big Dirty”. La miscela prevalentemente hardcore, fusa a dovere con breakdown, punk e rock and roll, trova una sublimazione pressoché perfetta nel quarto lavoro dei ragazzi di Buffalo.
C’è molto delirio sin dall’inizio, il flusso mutevole di rock duro cambia aspetto più volte per diventare sempre più compatto e diretto, evolvendosi all’interno di uno stesso pezzo grazie a strutture tutt’altro che scontate.
Non c’è altro modo per apprezzare tutto questo se non ascoltando il disco, godendosi la creatività e l’attitudine della band per poco più di 35 devastanti minuti. Gustosi.

P.N.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.