[Indie Folk] PJ Harvey – White Chalk (2007)


 

Devil – Dear Darkness – Grow Grow Grow – When Under – Ether – White Chalk – Broken Harp – Silence – To Talk – To You – Piano -Before Departure – Mountain

http://www.pjharvey.net/
http://www.islandrecords.com/

A dir la verità mi viene da ridere a pensare al concetto di artista dovendo per un attimo paragonare Pj Harvey a tutte le pop star di oggi, da quelle dell’hip hop all’r’n’b, al pop. Penso alle seconde a dei prodotti commerciali che chiudono la femminilità, l’essere donna, nella gabbia-ghetto del desiderio maschile e o della moda musicale vigente indirizzata
alle vendite e a far abboccare.
Pj non deve dimostrare nulla, avendo regalato al mondo femminile forse la figura più importante degli ultimi 20 anni, nel mondo musicale. Tutto qui. Bastano 5 minuti per soppesare lo spessore delle sue opere.

L’artista di certo non rimane mai tra le righe. E in questo nuovo “White Chalk” lo dimostra ancora. Inquieta e irrequieta ha più volte messo in musica la sua indole artistica figlia di mutamenti e cambi di registro improvviso. Spiazzante qui, per un lento passaggio a qualcosa di completamente diverso dal pop rock spigoloso e dalle tinte scure per cui è entrata
nell’olimpo. Qui siamo di fronte ad una piccola rivoluzione abbracciata con una quiete nella scrittura che vive in primis nell’uso del pianoforte in parallelo a toni folk e bucolici oltre ad un cantanto delicatissimo e dolce (anche la sua foto in copertina la ritrae come una nuova Emily Bronte). Suggestivo e d’impatto emozionante, senza la foga rumorosa del
passato, il disco offre una morbidezza invidiabile che si sposa con freschezza e intimità. Pensate insomma a una cosa vicina al capolavoro del 2006 di Joanna Newson, senza quella vena barocca. Insomma inebriante e seducente, magari con l’unico neo di mantenere una stessa linea e un’uniformità un po’ monocorde, ma è anche questa una piccola rivoluzione per Polly Jean.

L.F.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.