Music Attitude

Minacelentano – Le Migliori

minacelentano-le-migliori-recensione

minacelentano-le-migliori-recensione

Ho affrontato con un timore reverenziale “Le Migliori”, la seconda collaborazione di grido tra Mina e Adriano Celentano. Perché? Semplice: la prima è l’interprete migliore uscita nella musica leggera nazionale e il secondo, pur essendo uno dei più grandi furbi di sempre dell’industria nazionale, si è costruito attorno un personaggio perfetto e, mettetevi il cuore in pace, ha contribuito alla nascita dell’hip hop.

Non basta una produzione pulita e perfetta, una strizzata d’occhio alla musica indie (l’intro di “Amami amami” è una citazione manco tanto velata di “Girls And Boys” dei Blur) e alla modernità (il beat hip hop di “Se Mi Ami Davvero” e la reinterpretazione di “Prisencolinensinainciusol” a firma Benny Benassi) per fare un lavoro capace di catturare l’attenzione dei più giovani. L’impressione è di essere di fronte alla scena dei Simpson nella quale il Signor Burns mette una tshirt e un berretto per apparire giovane. Una scelta per cercare di attirare un pubblico non loro e che si rivela un vero e proprio autogol: “Le Migliori” ha un sound che è tutto fuorché destinato ad un pubblico di sessantenni, l’unico che potrebbe essere interessato alla nuova pubblicazione del duo ma che, invece, si sentirà a casa solamente in episodi più classici come “Non Mi Ami” e “Quando La Smetterò”. E sono proprio questi episodi, alla lunga, a risultare tutto sommato gradevoli.

Di “Le Migliori” c’è solo da apprezzare una cosa: il tentativo di mettersi in gioco di due icone della musica tricolore. Se da un lato quest’uscita è comunque un avvenimento da segnalare e sottolineare, il disco non è nemmeno lontanamente paragonabile all’impatto che ebbe la loro collaborazione nell’oramai lontano 1998.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.