Grenouer Blood On The Face

Grenouer

Se dalla cover sembra di aver a che fare con una tizia uscita dalla sala operatoria del video dei BMTH. In realtà la proposta dei russi (!) Grenouer è molto più easy e serena, incanalata verso un alternative metal US che fa tantissimo primi anni duemila (no i Linkin Park non c’entrano un cazzo contrariamente a quanto han scritto tutti), e arriva probabilmente fuori tempo massimo. Che i Nostri sappiano suonare non è un mistero, inoltre la produzione esalta di bestia le strutture cadenzate e ricche di inserti elettronici e campionature. Il problema è l’eccessiva omogeneità dei pezzi, che tuttavia catturano immediatamente grazie a un impatto ribassato (sette corde rulz) e una batteria triggerata al punto giusto. Nel rappone della Steppa “Midday Show” (occasionale, perchè il cd è cantato tutto pulito, sentitevelo qua sotto) e nelle più tirate “Rejected” e “Last Stop” si trova il meglio dell’album. Carina anche la cover degli Stone Temple Pilots in chiusura di lavoro. Lavoro onesto e senza eccessive pretese, se non quelle di tastare il terreno a livello europeo per un gruppo già attivo in patria dagli anni novanta. (P.S.)


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.