Music Attitude

Adriano Viterbini, le foto e il report del concerto a Torino del 16 maggio 2017

adriano-viterbini-foto-report-concerto-torino-16-maggio-2017-4

Si è tenuto a Torino, presso il Cinema Massimo, il nuovo concerto di Adriano Viterbini, musicista noto per essere il chitarrista dei Bud Spencer Blues Explosion. L’artista capitolino, che nel 2015 ha pubblicato il suo secondo lavoro solista “Film O Sound”, è protagonista del nuovo concept “Tour Blu”, nato con la collaborazione di Davide Toffolo, cantante e chitarrista dei Tre Allegri Ragazzi Morti con il quale ha condiviso un tour nel recente passato. Con l’artista di Pordenone, qui nel ruolo di disegnatore, e in compagnia dei Los Indimenticables (Jose Ramon Caraballo Armas – tromba percussioni e tastiere, Francesco Pacenza – basso e effetti, Piero Monterisi – Batteria), Viterbini è protagonista di uno show che fonde arte e musica.

Il report del concerto

Il Tour Blu di Adriano Viterbini e Los Indimenticables sostituisce la programmazione classica del Cinema Massimo e approda tra le poche poltrone di velluto rosso della Sala 3. Ospite d’onore e spalla d’eccezione, Davide Toffolo, frontman mascherato dei Tre Allegri Ragazzi Morti, questa sera presente nei panni di disegnatore live.

Il chitarrista dei Bud Spencer Blues Explosion divide il palco con il fedelissimo ensemble de Los Indimenticables: Jose Ramon Caraballo Armas, Francesco Pacenza e Piero Monterisi, rispettivamente percussioni e tromba, basso e batteria.
Voce e chitarra e maschera, Davide Toffolo fa il suo ingresso in un coloratissimo completo tendente rigorosamente al blu, intonando “La ballata delle ossa” e “Puoi dirlo a tutti” direttamente dal repertorio dei Tre Allegri Ragazzi Morti, prima di scomparire dietro una fortezza di carta e inchiostro al fondo della sala.

Il Tour Blu è un omaggio ai Tuareg, gli uomini blu del deserto, i primi personaggi che appaiono dalle pennellate di Toffolo proiettate sullo schermo alle spalle del quartetto sul palco. Ma il Tour Blu non si ferma tra le dune del deserto: il concerto di Viterbini & co. è un viaggio bellissimo tra tutte le sfumature e le tonalità di blu del Mar dei Caraibi, dei cieli africani e di quelli che sovrastano le highways americane. Così la chitarra di Viterbini si muove agile tra energici pezzi blues come “Tunga magni”, passando per il groove di “Tubi innocenti” fino ad arrivare a omaggi delicati come “Malaika” di Miriam Makeba. Prima di un’incredibile “Guantanamera” e prima che Davide Toffolo raggiunga il palco per “Mi vida sin ti”, Adriano Viterbini intona “Bring it on home”, cover di Sam Cooke. Per tre minuti sembra che la sala abbia smesso di respirare: sul piccolo palco il chitarrista romano sta mettendo in scena una serenata per tutto il pubblico.“In poco tempo si è creata una famiglia” afferma fieramente il mastodontico Ramon Caraballo sottolineando l’incredibile affiatamento tra i membri della band e allo stesso tempo tra la band e il pubblico tra cui, complice lo spazio intimo e tranquillo, si è creata una solida complicità.

Quello del Tour Blu è un concerto da assaporare a occhi chiusi per poi riaprirli e perdersi nei mari di inchiostro di Davide Toffolo che accompagnano gli assoli di quelle chitarre che a tratti ruggiscono e stridono e a tratti ci cullano. Adriano Viterbini trova il suo spazio e il suo tempo riempiendo l’aria con le sue performance virtuose ma rispettando i silenzi e facendosi da parte a tempo debito. Sembra quasi in trance quando imbraccia ognuna delle sue chitarre, assaporando ogni nota e trasmettendo al pubblico la magia del sogno di luoghi lontani e uomini avvolti in abiti blu. Come abbiamo già detto, il Tour Blu è un viaggio bellissimo.

Le foto del concerto

Foto di Andrea Marchetti

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.