Franz Ferdinand, il report e le foto del concerto a Udine del 31 luglio 2014

franz_ferdinand_udine_2014_10

franz_ferdinand_udine_2014_10

A dieci anni di uscita dell’omonimo debutto, i Franz Ferdinand tornano sui palchi italiani per promuovere l’ultimo lavoro “Right Thoughts, Right Words, Right Action” uscito nel 2013 e per confermare il fatto di essere uno dei progetti più luminosi usciti dal Regno Unito negli ultimi dieci anni. Sì, perché di band come i Franz Ferdinand in giro ce ne sono davvero poche: Arctic Monkeys e basta, grosso modo.

Alex Kapranos e soci, il cui show è stato aperto dai The Cribs, sono un gruppo umile e cazzuto, perché si vede che vogliono far divertire il pubblico (numeroso, ma qualche persona in più era lecito aspettarsela) e che soprattutto per loro andare in tour significa far festa lontani da Glasgow per più settimane. Semplici come pochi, al punto di ringraziare i presenti una volta sì e l’altra pure, il quartetto dimostra anche di saper suonare e lo si capisce in un particolare episodio, quando durante “Love Ilumination” il gruppo fa una palese stecca, ma decide di non fermarsi e rientrare senza dubbio alcuno facendo suonare come cool quella piccola sbavatura.

Anche se il grosso del contatto con il pubblico è delegato al frontman e al chitarrista Nick McCarthy, il vero motore del gruppo è un altro: il bassista Bob Hardy sul palco si comporterà come un cartonato, ma l’intesa con il batterista Paul Thomson è così forte che sarebbe difficile immaginare i Franz Ferdinand con una diversa sezione ritmica.

Poche le sorprese in una setlist rodata e proposta grosso modo anche nelle altre date della tournée italiana. Ma una vale tutte le altre, ed è la scelta di suonare “Darts Of Pleasure”, il singolo che li ha lanciati nel 2003, in apertura di encore. La ciliegina di un gran concerto, che ha confermato i Franz Ferdinand come uno dei nomi più in forma della Terra D’Albione.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.