Music Attitude

Ministri, le foto e il report del concerto di Padova del 6 aprile 2018

ministri-foto-concerto-padova-6-aprile-2018-01

Seconda data del “Fidatevi Tour” e tappa a Padova per i Ministri che radunano una manica di scalmanati al Gran Teatro Geox, pronti a scatenarsi sulle note e sulle urla della band milanese.

Il gruppo si presenta “allargato”, aggiungendo un chitarrista ed un polistrumentista alla formazione powertrio ben nota ai fan; sul piano della scaletta nulla di nuovo rispetto a quella presentata a Bologna, ma questo di sicuro non è stato un difetto della serata.

Se vogliamo parlare di fiducia, andare ad un concerto di Dragogna e soci oggi non è assolutamente un gesto di fiducia, ma un investimento sicuro su una serata di puro divertimento: la scaletta non sarà quella perfetta per ciascun fan, visto che ognuno di noi saprebbe benissimo cosa far suonare al suo gruppo quando va a vederlo dal vivo, ma è stata sicuramente la scaletta perfetta per un live dei Ministri di oggi. Si parte scaldando le fila e dando in pasto al pubblico un paio di brani dell’ultimo lavoro fresco di stampa, per poi scatenare la bolgia con due brani come “Comunque” ed “Idioti”, tratti dai due precedenti lavori della band e quindi non dei pezzi “storici” in senso letterale, quanto due canzoni di riferimento anche per i fan non di vecchia data.

Il coinvolgimento è totale fin dalle prime note e si capisce che il gruppo manterrà fede alla fama di gruppo fortemente votata al lato live, una di quelle che oggi sulla scena italiana merita di essere vista anche in serate non perfette come quella di stasera, che qualche errore sotto il profilo dell’esecuzione e del mixaggio stasera i nostri se lo sono concesso.

Ma a noi nel parterre (live rigorosamente in piedi, e meno male!) tutto è passato in secondo piano
visto che avevamo di fronte una di quelle rock band alternative che oggi in Italia sanno ancora fare la differenza e che continuano imperterrite a cavalcare una coerenza che forse non li premia dal punto di vista economico, ma sicuramente da quello artistico. Mi vien quasi da osare, anzi oso proprio farlo, di dire che i Ministri oggi sono uno dei gruppi più validi nel genere in Italia, ossia una macchina rock che live sa dare tutto e stupire anche se incappa in un album non clamoroso (cosa che per altro non si può proprio dire dell’ultimo Fidatevi, che anzi è un signor disco) o in una serata non eccelsa.

Il pubblico comunque ringrazia, incassa la sua dose di adrenalina e senso di liberazione, e in cambio rende entusiasmo e partecipazione delle grandi occasioni. Merito anche della performance fisica di Federico e a quella vocale di Davide, oltre che al batter di pelli di Michele: fisicamente ogni membro della band da tutto e se a questo sommiamo un accenno ai Beastie Boys nella chiusura di “Diritto al tetto” e delle concessioni progressive-psichedeliche nelle parti strumentali di “Un dio da scegliere” e “Una Palude” oltre che la chiusura sempre spettacolare sulle note di “Abituarsi alla fine”, ecco si esce dal palazzetto che si cerca subito sul calendario un’altra data vicina, perché la voglia di rivederli presto su un palco è già spasmodica non appena si sono riaccesi i fari di fine concerto.

Ministri, la scaletta del “Fidatevi” Tour

Spettri
Crateri
Comunque
Idioti
Usami
Un dio da scegliere
Non mi conviene puntare in alto
Spingere
Memoria breve
Tra le vite degli altri
Il bel canto
Tempi bui
Dimmi che cosa
Encore:
Fidatevi
Noi fuori
Una palude
Diritto al tetto (“Fight for your right” of Beastie Boys outro)
Abituarsi alla fine

Christian Jonoch, foto a cura di Pietro Rizzato

Ministri, le foto del concerto di Padova

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.