Nek Max Renga, il report e le foto del concerto di Conegliano del 16 aprile 2018

nek-max-renga-report-foto-concerto-conegliano-16-aprile-2018-1

A distanza di quasi tre mesi dalla data zero di Jesolo (leggi il report), il progetto live Nek Max Renga si può tranquillamente considerare una macchina rodata e, in tutta sincerità, se la cosa dovesse terminare dopo il tour in programma la prossima estate un pizzico di rammarico rimane.

Sì, perché i tre artisti che sulla carta sembrano agli antipodi nella dimensione di un palco si completano, unendo al talento vocale (Nek e Renga) e lirico (Pezzali) anche notevoli doti di intrattenitori. Per quanto il repertorio dei tre sia molto ampio, cosa che ha portato il concerto a una durata ben superiore alle due ore, alcuni siparietti sperimentati con buoni risultati nella tappa di debutto di Jesolo vengono ancora riproposti con successo: la cover di “Disco Inferno”, l’autodefinirsi “la prima boy band per adulti” e Francesco Renga mascherato da Spider-Man durante la hit “Hanno ucciso l’uomo ragno” sono sono alcuni dei momenti di svago proposti tra un pezzo e l’altro.

Le piccole ombre del warm up show, a tour primaverile ormai prossimo alla conclusione, sono state tutte smussate: Nek non è più l’uomo che cerca di rubare la scena agli altri, ma ognuno riesce ad avere il meritato spazio. Ma soprattutto le voci ora si amalgamano alla perfezione, facendo sparire di fatto i momenti “Karaoke dei VIP” che avevano contraddistinto più episodi della prima tappa veneta, ma mantenendo quella sinergia e intesa che rende Nek Max Renga qualcosa di più di un semplice tour in giro per l’Italia.

La scaletta è un vero e proprio best of dei tre repertori, con un solo inedito (“Duri da battere”) che è un brano trascurabile, soprattutto se dopo pochi pezzi deve confrontarsi con un totem come “Gli anni”. Una setlist lunghissima ma che riesce ad accontentare tutti, con una parentesi acustica nella quale Nek si è confermato un artista a tutto tondo, suonando la chitarra acustica dopo essersi cimentato anche al basso elettrico.

Nek Max Renga è il tour-evento, insieme a quello di Jovanotti, di questa prima metà del 2018. Una vera e propria festa collettiva nella quale a dominare sono i brani che hanno caratterizzato quasi trent’anni di musica popolare tricolore. Un successo che, come già detto all’inizio, speriamo non si circoscriva a un brano trascurabile e a un tour di grande successo.

Nicola Lucchetta – Foto a cura di Pietro Rizzato

Nek Max Renga, le foto del concerto di Conegliano

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.