Music Attitude

The White Buffalo, il report del concerto a Milano del 9 luglio 2018

the-white-buffalo-report-concerto-milano-9-luglio-2018

Per la prima volta a Milano, con il concerto di ieri al Magnolia di Segrate (MI), The White Buffalo intrattiene, a sprazzi emoziona, ma nel complesso non esalta.

Prima del trio californiano, sul palco, davanti a un parterre già gremito, è stata la volta del cantautore neozelandese Marlon Williams, con il suo ultimo lavoro “Make Way For Love”. Un po’ Elvis Presley, un po’ Robert Plant, un po’ Beatles e a tratti al sapor di Jeff Buckley, insomma così vicino e così lontano, Williams si porta a casa un live esplorativo, tra un “non è male” e un “quando suonano i White Buffalo?”.

Eccoli: Matt Lynott, scatenato e un po’ impreciso, quasi fuori giri, alla batteria; Tommy Andrews, collante del trio (e sosia di Mr. Caputo di “Orange Is the New Black”), al basso; Jake Smith, il capitano, alla chitarra, rigorosamente acustica, e alla voce, inconfondibile.

La formazione è sul palco: “One, two, three”, attaccano con “Hide and Seek” dall’ultimo lavoro in studio, “Darkest Darks, Lightest Lights”, ma ci vogliono almeno tre o quattro pezzi per rompere il ghiaccio. Se “Home Is In Your Arms” fa una certa presa sul parterre, da cui inizia a levarsi qualche coretto, “Join The Murder” di The White Buffalo with The Forest Rangers, accolta dall’ovazione di un pubblico, per il vero un po’ freddino, arriva dritta al cuore, seguita a ruota dall’altro pezzo epico del catalogo della band: “Oh Darlin’ What Have I Done”.

Saranno le ballate e i brani più introspettivi a fare il concerto, stando anche al fatto che il trio appare un po’ spossato. Intendiamoci, loro ci provano, con gli up-tempo “Joe and Jolene”, “The Pilot” o “Avalon” e qualche colpo gli riesce anche, ma sono “I Got You”, la strepitosa “Into The Sun”, insieme a “The Whistler” e “Wish It Was True”, eseguite da Jack Smith solo chitarra e voce a lasciare il segno nel live, chiuso con lo scatenato bluegrass di “How The West Was Won”.

Toneremo presto”, hanno detto. Noi li aspettiamo, perché la loro musica ci piace assai, ma speriamo più carichi di ieri.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.