Music Attitude
verdena-requiem

Requiem

Verdena - 2007 - Alternative Rock

Il debutto omonimo del 1999 della band bergamasca rimane insuperabile per l’impatto che riuscì ad avere sulla scena alternative rock italiana. Con il Seattle Sound nella testa e una buona predisposizione a scrivere canzoni in perfetto equilibrio fra assalto chitarristico e ganci melodici, i Verdena fecero il botto, e “Valvonauta” rimane il brano – manifesto di questi piccoli Nirvana italiani. Tuttavia è forse “Requiem” il loro parto più compiuto. Abbandonando in parte la vena psichedelica sgorgata nei cd precedenti, in questo album il trio ritorna ad un approccio più immediato, legato maggiormente alla forma – canzone. Ma non dimentica l’attitudine alla sperimentazione sonora: distorsioni grezze, fuzz marci di hendrixiana memoria, la lezione dei Led Zeppelin imparata a menadito e riproposta in “Muori delay”, e ancora incursioni nei territori intimi e acustici di “Angie”, “Canos” e “Trovami un modo semplice per uscirne”. Neppure mancano spiragli di suono acido, come dimostrano i tempi dilatati e le atmosfere incerte di “Il Gulliver” e “Sotto prescrizione del Dott. Huxley”. Non è un disco immediato, “Requiem”, ma una volta assimilato non si può far a meno di godere dei suoi molti spunti interessanti.

Comments

comments



© Riproduzione riservata.