Music Attitude

Ghali, il report e le foto del concerto di Padova del 2 novembre 2018

Parlare del concerto di Ghali alla Kioene Arena di Padova, inserito in un tour sold out definito dallo stesso artista “Dai palazzi ai palazzetti”, senza cadere nella facile trappola delle sue origini è una cosa difficile. Questo perché un fattore è innegabile: l’impatto politico-culturale del fenomeno culturale Ghali, e cioè il senso di rivalsa di una certa minoranza in un periodo come quello attuale fatto di rabbia verso il prossimo, supera di gran lunga quello musicale, nulla di nuovo dal fronte occidentale.

Il tour, frutto di un percorso di ricerca ambizioso che ha fatto attendere ai fan più di un anno il concerto per ascoltare le canzoni di “Album”, è una sorta di contenitore tra brodo allungato, alcune geniali trovate artistiche (l’amico immaginario / coscienza Jimmy) e musicali (il funk nel finale di “Happy days” o la musica latina in “Vida”) che servono da collante al suo repertorio, in un concerto costruito come una sorta di autobiografia del cantante. Il tutto condito da numerosi cambi di outfit che per alcuni, come ad esempio la stampa che tratta di musica nei ritagli di tempo, hanno fatto più notizia della musica stessa. Sotto certi punti di vista il paragone con Jovanotti è calzante: siamo di fronte ad uno che rispetto agli imbarazzanti show dello scorso anno è migliorato sotto tutti i punti di vista, dalla parte vocale a quella di vero e proprio entertainer. Sì: Ghali è un grande intrattenitore e molto probabilmente il suo futuro professionale potrebbe andare oltre i confini della musica. Si diletta come ballerino improvvisando dei passi di danza, dirige il coro dei fan in “Peace and love” ed è il vero e proprio protagonista di questo one man show, non negando però la meritata vetrina alla backing band che lo accompagnerà per buona parte del concerto.

Qui però finiscono i punti positivi perché per il resto il concerto di Ghali conferma il fatto che molti artisti emersi nell’ultimo periodo sono in realtà frutto di una bolla chiamata trap e, per quanto l’artista di origini tunisine possa vantare alcune hit entrate nell’immaginario collettivo (“Cara Italia” su tutte), lo sbilancio tra la prima parte della scaletta, povera di brani di grido, e la parte finale, che in maniera un po’ furba include le canzoni note a tutti, è tangibile, e l'”urlometro” dei fan è lì a testimoniare la cosa chiara e tonda. Il concerto fa inoltre emergere alcune contraddizioni di fondo, ed è eclatante il passaggio “In Italia se sei povero ti schiacciano lo sai?” di “Optional” cantato mentre Ghali vestiva un abito griffato Gucci.

Il concerto di Ghali è un progetto nelle intenzioni ambizioso e che guarda oltre ai confini dell’Italia, sia nel lato più pop (verrà omaggiato Michael Jackson ed il suo leggendario moonwalk) ma anche in quello del rap, con una prima parte di concerto “solista” che rimanda al più recente tour di Kendrick Lamar. Il problema è che fa emergere tutti i caratteri del provincialismo italiano: perché per quanto Ghali sia comunque un artista al di sopra della media nel genere, da qui a definirlo come uno che potrà dare un tangibile contributo alla musica ce ne passa. Una cosa è certa: “Dai palazzi ai palazzetti” ci ha presentato il prototipo del futuro entertainer dell’Italia multietnica, ed è questo il grande risultato dell’ormai maturo (t)rapper di Baggio.

Nicola Lucchetta – foto a cura di Pietro Rizzato

Ghali, le foto del concerto di Padova

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.